Categoria: Uncategorized

giugno 28, 2018

A cosa è dovuto l’alito cattivo?

L’alitosi può dipendere avere diverse cause, per quanto riguarda la bocca possono essere:
  • scarsa o inappropriata igiene orale che determina la formazione di placca e tartaro;
  • carie dentale
  • malattie parodontali
  • ascesso dentale
  • tabagismo
  • patina bianca sulla lingua
  • malattie parodontali

L’alito cattivo può anche dipendere dalla alimentazione e la dieta, quindi lo stile di vita che si conduce.

In altri casi può dipendere da patologie che riguardano le vie respiratorie, oppure dal reflusso gastroesofageo, tonsillite, diabete o disfunzioni renali.

La prima cosa importante da fare è rivolgersi al dentista, che effettuerà una visita per la diagnosi del problema. Ovviamente la maggior parte dei problemi sopraindicati possono essere risolti all’interno dello studio dentistico ma qualora fosse necessario verrà consigliato l’approfondimento da un altro specialista.

Nel frattempo è sempre opportuno ricordare di effettuare un rito giornaliero di pulizia dei denti che prevede il lavaggio dei denti dopo ogni pasto e l’uso fondamentale del filo interdentale e del colluttorio.

Bastano davvero poche mosse per prevenire tanti fastidi che riguardano il biglietto da visita più bello che possiamo portare con noi: il nostro sorriso!

 

Posted in Uncategorized by florinda florinda
giugno 12, 2018

Quando si effettua la devitalizzazione del dente?

La devitalizzazione del dente è il trattamento endodontico del dente che si rende necessario quando una carie, un’infiammazione o un trauma minano l’integrità della polpa dentaria.

L’ Endodonzia (devitalizzazione) prevede l’asportazione della polpa dentale attraverso un intervento del dentista. Operazioni delicate e indolore sono all’ordine del giorno nella nostra struttura medica. Nel nostro studio vengono utilizzate solo tecniche e apparecchiature innovative grazie a una costante attenzione alle novità. Si potrà beneficiare di trattamenti di devitalizzazione del nervo e la normale ricostruzione del dente, come nel caso di carie profonde, attraverso un perno in fibra di carbonio e una corona in ceramica. Lo staff medico preferisce sempre adottare metodi non invasivi naturalmente, sempre, con la massima attenzione per la salute del paziente.

La polpa dentaria è contenuta all’interno del dente. È il cuore del dente, costituito da minuscole arterie, vene, terminazioni nervose e cellule specializzate: gli odontoblasti. Grazie alla polpa dentale sono garantite diverse funzioni:

-produzione della dentina: dentinogenesi

-nutrizione grazie all’irrorazione sanguigna

-protezione attraverso la dentina costituita dagli endoblasti

-funzione sensoriale:

La devitalizzazione, si effettua in anestesia locale ed è indolore. Consiste nell’eliminazione del tessuto contaminato con strumenti manuali e meccanici, nella disinfezione dei canali dentali e nella loro sigillatura completa con materiali biocompatibili.

La percentuale di successo della terapia endodontica è altissima. Il dente trattato, opportunamente restaurato, continua a svolgere le stesse funzioni di un dente integro.

Posted in Uncategorized by florinda florinda | Tags:
maggio 11, 2018

Il bruxismo è un’azione involontaria che riguarda la tendenza a serrare e sfregare la mascella, andando a stringere e digrignare i denti. Il Bruxismo determina la contrazione della muscolatura masticatoria.

Quali sono le cause?

Possiamo individuare cause propriamente fisiologiche e cause psicologiche.

Cause fisiologiche:

  • Malocclusione quindi difetti di occlusione dentale
  • Postura errata
  • Disturbi del sonno

Cause Psicologiche:

  • Ansia
  • Stress

 

Tendenzialmente si tende a digrignare i denti di notte, ma vi sono casi in cui il movimento viene effettuato di giorno senza riuscire ad evitarlo, come ad esempio mangiarsi le unghie o altri tipici “vizi”.

 

Non è solo un semplice fastidio, col passare del tempo, può portare a dei veri e propri danni perchè determina l’usura dei denti che perdono la dimensione verticale e lo strato di smalto ma in casi più gravi può portare all’esposizione della dentina, a cui consegue una maggiore incidenza della carie.

 

Il rimedio ad oggi più efficace è il Bite. Il Bite è un apparecchio che viene posizionato sui denti la notte proprio per evitare il digrignamento.

E’ importante che il bite venga fatto su misura perchè in questo modo non va ad interferire e/o ostacolare la deglutizione e la respirazione notturna.

Da Dental Factor usiamo il Bite Termostampato che viene fatto a studio o in laboratorio.

Viene consigliato un bite duro perchè meglio evita l’occlusione notturna.

 

Posted in Blog, Uncategorized by florinda florinda | Tags:
maggio 3, 2018
apparecchio metallo

Abbiamo presentato gli apparecchi trasparenti, oggi parliamo dell’Apparecchio in Metallo.

Sicuramente possiamo definire questo l’apparecchio tradizionale, è usato da tempo ed è un apparecchio che si contraddistingue per due caratteristiche: efficacia ed economicità.

E’ un apparecchio che cura determinati tipi di patologie, perchè bisogna specificare che la scelta dell’apparecchio non avviene prima dell’analisi della situazione, per ogni problematica deve essere consigliato l’apparecchio più adatto. Infatti va effettuato un check up ortodontico con cefalometria per capire qual’è la situazione del paziente e poi individuare la cura più adatta.

Il fissaggio dei brackets sui denti non è doloroso, avviene attraverso l’uso di una pasta morbida che sotto l’effetto dei raggi uv si indurisce per effetto della polimerizzazione.Le placchette vengono attaccate su ogni dente e nella parte chiamata “slot” viene inserito un “filo” metallico che, passando per tutti gli attacchi, segue la forma dell’arcata dentale,  e riesce ad esercitare una forza sulle piastrine essendo dotato di proprietà elastiche, in questo modo riesce ad allineare perfettamente i denti. Si potranno notare risultati nel lungo periodo, che porteranno dei importanti benefici. 

Ovviamente dovranno essere effettuati controlli periodici e va seguita una opportunità igiene dentale.

 

Posted in Blog, Uncategorized by florinda florinda | Tags: , ,
marzo 27, 2018

Ti sei chiesto quando si fa la prima visita dal dentista per bambini? Hai il dubbio se debba avvenire prima che cadano i dentini da latte o successivamente? Ti chiedi se i bambini piccoli possano fare la pulizia dei denti? Come i genitori possono migliorare la salute della bocca dei propri figli?

Sei nel posto giusto, su questo articolo lo staff di Dental Factor ti fornirà le risposte a queste domande.

La prima visita dal dentista per i bambini sarebbe bene farla intorno ai 3-4 anni, in modo da controllare lo sviluppo dei denti decidui. Sembrerà presto ma già a questa età i bambini potrebbero avere piccoli problemi che ovviamente se presi in tempo non diventeranno grandi problemi.  Il dentista che si occupa dei bambini è specializzato in pedodonzia.

Intorno a 6 anni inizierà la permuta con i denti permanenti e quindi sarà necessario tenerli sotto controllo per eventuali formazioni di carie. E’ poi inoltre importante verificare che vi sia una buona armonia delle arcate dentali e che quindi non vi siano malocclusioni. In quest’ ultimo caso la visita dovrà essere effettuata da uno specialista in ortodonzia.

L’obiettivo di una visita dentistica in tenera età è quello di assicurarsi che vi si una buona salute dentale e che la crescita delle ossa mascellari sia regolare.

I genitori possono migliorare la salute della bocca dei propri figli, è importante portare i bambini almeno una volta l’anno dal dentista per una visita di controllo e a casa è bene cercare di non dare cattive abitudini ai bambini che possono determinare problematiche. Tra queste:

  • l’uso di ciuccio
  • biberon
  • cibi zuccherati

Fondamentale è educare i bambini ad una corretta igiene dentale (per approfondire quale iter seguire a casa clicca qui).

Se hai altri dubbi non esitare a contattarci siamo a tua disposizione.

 

Posted in Blog, image posts, Uncategorized by florinda florinda | Tags: , ,